mercoledì, giugno 22, 2016

la cucina dei topolini


Fermo restando che le miniature che fa pillisminis   http://www.pillisminis.de/maeuse_ger.htm 
sono di un altro pianeta, e quindi irraggiungibili, quando ho visto questa scena
 
e sopratutto questo musino 
sono rimasta talmente folgorata che ho dovuto ricreare per me quella magia.
Ed è venuto così

e così
Il mobile sagomato e il lampadario sono progetti presi dalla rivista Miniaturas. Il topolino e i due piccioni li ho modellati con il fimo, senza stampi. I tre gatti che ho ridipinto erano omaggi trovati nelle bustine di cibo vero del nostro gatto.
Anche i croccantini che escono dalla scatola aperta sono fatti di fimo in vari colori.
durante l'allestimento della cucina
Il lavello è in fimo dipinto per dare l'idea del marmo bianco

                                   



domenica, dicembre 01, 2013

a tutti i gatti piace il jazz...


Prima di tutto un enorme GRAZIE a Giorgio di Luci e ombre: senza il suo immediato aiuto non sarei riuscita a ripristinare la lampadina rotta... e ovviamente grazie anche al marito per la meticolosa saldatura effettuata sulla suddetta lampadina:-))

                        Questo è il libro che mi ha dato lo spunto per la scenetta

Gli amici degli Aristogatti sono in pasta sintetica, senza utilizzo di stampi. La chitarra è in carta ritagliata e incollata (l'ho presa dal sito amigamaquette ), le corde sono fatte con un filo da cucito.

Il terribile contrabbasso, acquistato in edicola con un numero di stumenti in minatura, era talmente fuori scala che non sapevo proprio come utilizzarlo!




sabato, dicembre 22, 2012

loro pito




Questi stupendi animali in ceramica colorata e smaltata erano delle sorpresine contenute negli ovetti di cioccolato "Ponchito"...meritavano una sistemazione adeguata:-)
Il pavimento è in Das colorato, le decorazioni sulle pareti sono a mano libera. Ho fatto anche tutti i cestini , le confezioni di caffè, il tappeto a righe e la pianta grassa.


sabato, gennaio 14, 2012

il salotto del collezionista di navi

L'orologio a pendolo e la scrivania sono due kit da montare della "Minimundus". Alcuni oggetti sono comprati, ma la maggior parte sono opera mia e di altre miniaturiste.



giovedì, dicembre 23, 2010

il pomeriggio di Natale...


...quando si sono già scartati i regali...dentro una scatola da regalo.


Illuminata dalle sue lucine ( i cavi dovevano stare dietro, non li avevo visti:-P)


Il topolino è una mia crazione come quasi tutti gli oggetti, alberi di natale, ghirlanda, casetta di panpepato, torroni, tonchetto di natale, formaggi e pane nel cesto e  altre decorazioni. Il bellissimo vischio appeso alla pendola, due dei piatti sulla parete, il panettone, la tazza con il bricco e il calendario dell'avvento sono stati realizzati da altre miniaturiste per degli swap natalizi


Il pavimento è in balsa realizzato incollando ogni singolo listello. I mobili li ho trovati alla Lidl: riverniciati e decorati con roselline dipinte a mano


Le pareti sono ricoperte con una carta da regalo dalla trama molto "particolare" che avevo tenuto da parte proprio per questo utilizzo. Nella tazzina c'è giustamente della cioccolata perchè siamo quasi all'ora di merenda.


lunedì, dicembre 20, 2010

giostra a soffio


Troppo carina!! 

I cavallini girano quando si soffia nella base, grazie a delle aperture sul pavimento. Era un pò che volevo costruirne una con questo meccanismo di movimento. La potete trovare su Amigamaquette

cliccando su "download" e poi "divers"

domenica, agosto 01, 2010

Saponi fai da te



                                            saponi al cioccolato, spezie, petali, Marsiglia...

Premesso che anche questa attività può essere considerata un "lavoro creativo" e visto che l'alternativa all'acquisto di saponi SERI(*) ma costosi era imparare a farli, sono andata in cerca di istruzioni... ed ho provato.

E non è nemmeno troppo complicato a patto di seguire alla lettera le istruzioni dei seguenti siti:

http://www.ilmiosapone.it/index.html

http://www.saicosatispalmi.org/

(*) saponi seri: quelli che non contengono sostanze di origine animale (sodium Tallowate), inquinanti e derivati dal petrolio, quasi tutte le saponette commerciali.

I risultati sono ottimi, il Marsiglia autoprodotto lava molto meglio il bucato a mano e le saponette sono delicate e non lasciano i soliti residui "mollicci" nel sifone.

...in fondo c'è sempre un piccolo Tyler Durden che sonnecchia in ognuno di noi:-P